La copertina del romanzo La fragilità dell’apparenza, di Serena McLeen.

Nel 2017 Serena McLeen ha pubblicato Come il veleno e da allora i suoi lettori sono diventati sempre più numerosi, fino ad affezionarsi. Come si nota dalle centinaia di commenti sulla sua pagina Facebook, infatti, chi legge uno dei suoi romanzi non si ferma qui ma vuole leggere anche gli altri… E ora Serena torna nelle librerie online con il quarto, attesissimo, lavoro: La fragilità dell’apparenza.

La fragilità dell’apparenza. Alla ricerca della verità

Tra le pagine di questo avvincente romanzo incontriamo personaggi che, muovendosi tra il passato e il presente lungo lo scorrere degli anni, si accostano alla verità con atteggiamenti diversi e a volte contrastanti. Ci sono personaggi che la inseguono per decenni, mentre altri fanno di tutto per ignorarla e far finta di non vederla. Ci sono personaggi che cercano ostinatamente di nasconderla e altri che, fedeli alla propria verità, prendono decisioni assurde. Ci sono infine personaggi la cui presunta verità si sgretola all’improvviso… mettendo in luce tutta la fragilità dell’apparenza.

La fragilità dell’apparenza. Cos’è accaduto davvero nel 2016?

È la primavera del 2019 e l’avvocato Sara Beltrami si trova in carcere, dove è stata rinchiusa per aver commesso un terribile reato. È stata fermata nell’estate del 2016, con le mani e i vestiti sporchi di sangue, e sottoposta a un lungo interrogatorio: il commissario non voleva altro che la sua confessione, ma Sara insisteva a dire che per spiegare ogni cosa doveva partire dall’inizio, ossia dalla fine degli anni Ottanta, quando ancora frequentava il liceo.

Il commissario non riesce a capire: lui vuole soltanto sapere cosa è successo poche ore prima e gli sembra una perdita di tempo ascoltare Sara raccontare di quando era ancora una ragazza. Perché andare così tanto indietro nel tempo? Com’è possibile che il passato abbia influito così tanto sul presente?

La fragilità dell’apparenza. L’ostinazione di Sara…

Nonostante i tentativi del commissario di rimanere nel presente, Sara è irremovibile e comincia a parlare di quando lei aveva quasi diciotto anni e sua sorella Giorgia era appena una bambina. Malgrado la differenza d’età, Sara e Giorgia sono profondamente legate e si sostengono reciprocamente, soprattutto nel difficile rapporto con la madre, severa e scontrosa.

La loro vita scorre apparentemente normale, tra momenti sereni e ostacoli da superare, finché succede qualcosa di tremendo e inconfessabile che inizia ad allontanarle. Sara e Giorgia non riescono più a parlarsi: la prima lascia la famiglia e va a studiare lontano, mentre la seconda si chiude in se stessa escludendo tutti gli altri dal proprio mondo avvolto nel silenzio.

Il commissario continua a non capire: com’è possibile che ciò che è successo trent’anni prima sia in qualche modo legato a ciò che è avvenuto in quei giorni d’estate del 2016, poco prima che Sara venisse trovata con le mani e gli abiti sporchi di sangue? Eppure, a poco a poco, il commissario capirà che il passato ha raggiunto il presente e che i fantasmi di quegli anni sono tornati… ancora più inquietanti e spaventosi.

Gli altri libri di Serena McLeen

Oltre a La fragilità dell’apparenza, in vendita da maggio 2021, Serena ha pubblicato altri tre romanzi: Come il veleno (2017), Il peso della vergogna (2019) e Confessioni dal passato (2020). Libri coinvolgenti e affascinanti, dagli infiniti intrecci: dubbi e certezze, passato e presente, promesse e tradimenti. Pagine da cui emerge che a volte la normalità è soltanto una facciata che nasconde situazioni immerse nel dolore e nell’angoscia. Libri dai finali sconcertanti e inaspettati, che tengono i lettori con il fiato sospeso fino all’ultima riga… e all’ultimo segreto.

Vuoi saperne di più?

I libri di Serena McLeen hanno superato le 20.000 copie vendute e sono acquistabili su Kobo (in eBook) e su Amazon (sia in eBook che in formato cartaceo). Se vuoi saperne di più, sul mio sito puoi leggere altri due articoli su di lei: li trovi nella sezione “Esplora”, tag SerenaMcLeen. Ti consiglio anche di andare sul suo sito e di seguire le sue pagine Facebook, Twitter e Instagram. Buona lettura!

Scritto da:

Tiziana Gilardi

Editor freelance per l’editoria e web editor. Adoro trasformare un testo in un buon testo rendendolo chiaro, efficace e in sintonia con la grafica. E naturalmente senza l’ombra di un refuso. La mia mission: eliminare qualsiasi ostacolo tra il testo e la mente dei lettori e diffondere a piene mani il piacere di leggere.