Unione Europea: 28 Stati e 510 milioni di persone nel 2016

Nata ufficialmente il 1° novembre 1993 con l’entrata in vigore del Trattato di Maastricht, l’Unione Europea è un’organizzazione politica ed economica formata da 28 Stati membri (tra i quali il Regno Unito, che nel 2016 ha dato avvio all’iter per uscire dall’Unione) e da 510 milioni di persone nel 2016. L’euro circola in 19 dei 28 Stati, i cosiddetti Paesi dell’Eurozona. Ecco la carta d’identità dell’Unione Europea.

Quali sono i 28 Stati membri dell’Unione Europea?

Gli Stati fondatori dell’Unione Europea sono sei: Belgio, Francia, Germania (allora Repubblica Federale di Germania), Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi. Questi sei Stati nel 1957 istituirono la Comunità Economica Europea (CEE) con il Trattato di Roma e posero le basi per l’attuale Unione Europea.

A questi sei Stati si unirono nel 1973 Danimarca, Irlanda e Regno Unito, nel 1981 la Grecia, nel 1986 Spagna e Portogallo, nel 1995 Austria, Finlandia e Svezia. Nel 2004 vi aderirono altri 10 Stati: Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia e Ungheria. Bulgaria e Romania entrarono a far parte dell’Unione Europea nel 2007 mentre l’ultimo ingresso è quello della Croazia, nel 2013.

Nella tabella seguente sono elencati i 28 Stati membri dell’Unione Europea con i relativi dati di popolazione (1/1/2016), superficie, capitale, unità monetaria e anno di adesione.

Il Regno Unito e la Brexit

Nel referendum del 23 giugno 2016 il Regno Unito si è espresso a favore dell’uscita del Paese dall’Unione Europea e ha dato così avvio alla procedura ufficiale, che si completerà nel giro di qualche anno, verosimilmente intorno a marzo 2019. Il termine Brexit nasce dall’unione tra British ed Exit. Il Regno Unito è il primo Stato ad aver avviato la procedura di uscita dall’Unione.

L’Unione Europea e l’euro

L’euro è la valuta ufficiale di 19 dei 28 Paesi membri dell’Unione Europea e questi Stati formano la cosiddetta Area dell’Euro o Eurozona. La circolazione monetaria dell’euro ebbe inizio ufficialmente il 1° gennaio 2002 in 12 Stati membri dell’Unione, tra cui l’Italia. Nel corso degli anni l’euro è diventato la valuta ufficiale di Slovenia (2007), Cipro e Malta (2008), Slovacchia (2009), Estonia (2011), Lettonia (2014), Lituania (2015).

Gli organi di governo dell’Unione Europea

Ecco i principali organi di governo dell’Unione Europea: il Parlamento Europeo, il Consiglio Europeo, il Consiglio dell’Unione Europea, la Commissione Europea, la Corte di Giustizia, la Banca Centrale Europea (BCE) e la Corte dei Conti. Le loro sedi si trovano a Strasburgo (Francia), Bruxelles (Belgio) e Lussemburgo. La BCE ha invece sede a Francoforte (Germania).

I simboli dell’Unione Europea: la bandiera, l’inno, il motto

La bandiera dell’Unione Europea rappresenta 12 stelle dorate disposte in cerchio e su sfondo blu. Le 12 stelle non dipendono dal numero degli Stati membri e simboleggiano gli ideali di unità, solidarietà e armonia tra i popoli.
L’inno dell’Unione Europea è tratto dalla Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven, che nel 1823 mise in musica l’Inno alla Gioia composto da Friedrich von Schiller nel 1785. L’inno dell’Unione Europea non ha testo ma è costituito solo da musica (linguaggio universale) ed esprime gli ideali di pace, libertà e solidarietà perseguiti dall’Europa.
Ed ecco il (bellissimo) motto dell’Unione Europea: unità nella diversità.
Infine un cenno alla festa dell’Unione Europa. Era il 9 maggio 1950 quando il ministro degli Esteri francese Robert Schuman enunciò per la prima volta gli ideali all’origine dell’Unione Europea, ed è per questo che il 9 maggio si celebra la festa dell’Unione Europea.

Vuoi ascoltare l’Inno dell’Unione Europea?

Sul sito dell’Unione Europea puoi ascoltare l’inno ufficiale, eseguito dall’Orchestra Giovanile di Fiati dell’Unione Europea, ma anche adattamenti al pianoforte e all’organo e perfino le versioni jazz o hip-hop. E se questo articolo ti è piaciuto, condividilo sui social!

Tiziana Gilardi
Editor freelance per l’editoria e web editor. Adoro trasformare un testo in un buon testo rendendolo chiaro, efficace e in sintonia con la grafica. E naturalmente senza l’ombra di un refuso. La mia mission: eliminare qualsiasi ostacolo tra il testo e la mente dei lettori e diffondere a piene mani il piacere di leggere.
My Latest Posts
Come nasce un libro?
La regola delle 5 W
prev
next

Lascia un commento

Nome*
Email*
Sito Web

Shares